sfide

Senza poter monitorare lo stato di integrità delle apparecchiature, le società produttrici di bevande non sanno se o quando si danneggiano i distributori automatici o se vengono sfruttati al massimo delle loro potenzialità.

Celli Group, multinazionale italiana impegnata nella produzione e nella manutenzione di apparecchiature di spillatura di bevande, acqua e birra, ha visto nell'IoT (Internet of Things) un'opportunità per trasformare il proprio modello di business e al tempo stesso fornire ai clienti aziendali maggiore visibilità e controllo sui propri asset. La missione: garantire che le società produttrici di bevande possano offrire un'esperienza del brand totalizzante e che i clienti possano usufruire di bevande di altissima qualità. Sfruttando i vantaggi della tecnologia IoT, Celli Group desiderava fornire a noleggio, e non vendere, alle società produttrici di bevande i refrigeratori, le pompe e i rubinetti per la spillatura di birra e bevande realizzati nei propri stabilimenti. Avvalendosi di questi prodotti connessi, Celli Group poteva raccogliere dati sulle apparecchiature e sulle bevande direttamente presso i punti vendita. Con questi dati, quindi, Celli Group avrebbe potuto fornire ai clienti servizi a valore aggiunto e mettere a loro disposizione preziose informazioni per ottimizzare la gestione dell'inventario, migliorare il controllo della qualità e molto altro.

Una nuova rivoluzione nel settore del beverage

Ogni volta che andate al bar e ordinate una birra o una qualunque bibita alla spina, il vostro primo sorso di quella fresca bevanda non è che l'ultimo atto di una lunga e complessa supply chain. Per competere nei mercati locali, le grandi aziende produttrici di bevande acquistano distributori automatici, inclusi rubinetti e raffreddatori, per distribuirli in bar, birrerie e ristoranti di tutto il mondo. Per molte di queste aziende, l'ultimo chilometro della supply chain all'interno dei punti vendita rimane tuttavia un mistero. Vanno quindi perse informazioni strategiche come i fattori che incidono sulla qualità delle bevande e le bibite che vengono richieste con maggiore frequenza. Senza poter monitorare lo stato di integrità delle apparecchiature, inoltre, le società produttrici di bevande non sanno se o quando si danneggiano i distributori automatici o se vengono sfruttati al massimo delle loro potenzialità. Hanno quindi difficoltà a tenere sotto controllo la qualità delle bibite, garantire l'operatività delle attrezzature e gestire l'inventario in modo efficiente.

Creazione di una soluzione IoT potente e innovativa

Fin dall'inizio, Celli Group sapeva di dover fare affidamento sui migliori partner IoT per poter mettere in pratica la propria vision. Vantando tra i clienti grandi multinazionali del beverage, doveva inoltre trovare una soluzione ad alta scalabilità per poter estendere il raggio d'azione a livello globale. Altrettanto importanti erano la privacy e la sicurezza dei dati, sia per i clienti che per l'azienda stessa. La società doveva quindi trovare una soluzione aperta e flessibile, in grado di integrarsi facilmente con le infrastrutture esistenti dei clienti, una soluzione di facile utilizzo, che consentisse ai clienti di trarre vantaggi immediati dalle informazioni disponibili e concentrarsi sui risultati aziendali. Per velocizzare il time-to-market, senza dover apportare interventi sostanziali a livello di codice, Celli Group desiderava infine che la soluzione fosse pronta per essere configurata.

Microsoft e PTC sono subito emersi come i partner ideali. Combinando Microsoft Azure IoT con PTC ThingWorx, Celli Group ha creato IntelliDraught, un sistema di spillatura connesso in grado di trasformare attrezzature già prodotte o installate in dispositivi intelligenti in grado di fornire preziose informazioni sulla distribuzione delle bevande, con un conseguente miglioramento della qualità e dei servizi di vendita, assistenza e gestione dell'inventario. L'interazione tra Azure e ThingWorx ha quindi consentito a Celli Group di ridurre il time-to-market e usufruire delle tecnologie di machine learning, intelligenza artificiale e analisi avanzata necessarie per creare prodotti intelligenti.

L'esperienza maturata in questo settore e le soluzioni di facile configurazione offerte da PTC hanno garantito la rapidità di sviluppo e di personalizzazione che Celli Group cercava. "Sapevamo che PTC avrebbe potuto aiutarci a trasformare la nostra vision in realtà con le sue potenti soluzioni. E che il supporto che abbiamo ricevuto da loro sarebbe stato così strategico", ha dichiarato Cavalsassi. Azure IoT ha fornito invece la scalabilità e le funzionalità di interoperabilità a livello globale necessarie ai clienti aziendali di tutto il mondo. Potendo accedere a questa piattaforma cloud ad alta affidabilità, Celli Group sapeva che avrebbe potuto usufruire anche delle migliori funzionalità di sicurezza. La perfetta integrazione di Azure con prodotti come PowerBI ha semplificato infine l'analisi e la visualizzazione di informazioni preziose per i clienti.

Controllo e visibilità dei clienti nei punti vendita

Quando una società di produzione di bevande fornisce a un bar attrezzature di erogazione delle bibite, in genere non ha idea di come venga stoccato il prodotto o in quale condizione si trova la bibita quando viene versata al cliente finale. Aggiungendo sensori agli erogatori, ai rubinetti, ai raffreddatori e agli altri componenti del sistema, Celli Group consente ai produttori di bevande di avere a disposizione dati estremamente preziosi sui rispettivi prodotti, come la temperatura e la pressione, fino al momento finale di erogazione della bibita. I produttori, inoltre, possono verificare in qualsiasi momento le condizioni dei prodotti o il programma di manutenzione e, in caso di problema, inviare un team di pronto intervento. Avvalendosi di IntelliDraught per monitorare fattori come l'igiene, la vita commerciale di un prodotto e la temperatura di erogazione, i clienti di Celli Group hanno migliorato la qualità dei prodotti erogati del 27%. Grazie a IntelliDraught, sono quindi riusciti a limitare le perdite e mantenere un'immagine positiva del brand, consentendo a bar e ristoranti di stoccare, gestire e servire le bibite in conformità ai più elevati standard di qualità.

Aumento dei tempi di attività delle attrezzature di distribuzione

IntelliDraught offre visibilità e controllo, e non solo sulla qualità delle bevande. Questa soluzione IoT consente infatti ai produttori di bevande di affrontare una delle problematiche più complesse: garantire la continuità operativa delle attrezzature di erogazione, in modo da non interrompere il flusso di bibite e denaro. Dotato di funzionalità di manutenzione predittiva e preventiva, IntelliDraught monitorizza le condizioni operative delle attrezzature e, in caso di problemi, avvisa automaticamente il personale di assistenza. La possibilità di accedere ai dati in tempo reale consente anche alla divisione di assistenza di Celli di programmare controlli igienici, controllare il grado di raffreddamento e monitorare i livelli di consumo energetico, il tutto da remoto. Queste soluzioni di manutenzione predittiva e preventiva hanno inoltre permesso ai clienti di Celli Group di ridurre i costi di assistenza del 10%—a, un numero molto significativo su scala mondiale. Diminuendo i tempi di inattività delle attrezzature, infatti, i clienti di Celli Group hanno aumentato la quantità di prodotto erogato e, di conseguenza, hanno incrementato i profitti.

Ottimizzazione dei canali di vendita e delle vendite dirette

Riducendo i tempi di inattività delle apparecchiature e migliorando la qualità delle bevande, IntelliDraught ottimizza i processi di vendita e non solo. Le società produttrici di bevande possono infatti accedere a preziose analisi dei dati di marketing, che offrono informazioni sulle abitudini dei consumi per periodo, area geografica, punto vendita e brand. Grazie ad analisi di questo tipo, possono anche ottimizzare le previsioni e la pianificazione di produzione, in modo da adottare processi decisionali informati ed evitare condizioni di mancanza di scorte. Prima di adottare il sistema connesso di Celli Group, i produttori di bevande non potevano sapere se una bibita, in un bar, fosse finita o meno, con una considerevole perdita di profitti. Offrendo loro la possibilità di vedere quali prodotti sono maggiormente richiesti e di seguire il successo delle campagne promozionali, la soluzione di Celli Group consente invece ai produttori di ottimizzare i tempi delle campagne di marketing e di migliorarne i risultati. Le interazioni digitali nei punti vendita, come le promozioni mirate, favoriscono inoltre il coinvolgimento degli utenti finali. I clienti, di fatto, hanno già riscontrato un aumento delle vendite pari al 14%, spinto dal maggiore coinvolgimento dei clienti e da una migliore comprensione delle dinamiche di vendita e delle rotazioni. I produttori di bevande, infine, possono eseguire analisi delle prestazioni dei prodotti basate sui fatti, in modo da capitalizzare sui "fast seller", confrontare le prestazioni dei prodotti e ottimizzare l'offerta di prodotti in base all'area geografica o al punto vendita.

Trasformazione dei modelli di business di Celli Group e acquisizione di nuovi clienti

Celli Group ha radicalmente differenziato la propria offerta di prodotti e servizi con l'introduzione di attrezzature intelligenti e connesse che hanno permesso all'azienda di migliorare la propria posizione sul mercato e trasformare il proprio modello di business. Con i dati IoT che ha raccolto sulle proprie attrezzature, è riuscita a migliorare i processi di progettazione e produzione dei prodotti, con una riduzione dei guasti alle attrezzature pari al 13%. L'ottimizzazione dell'offerta di servizi ha permesso all'azienda di ampliare la quota di mercato con l'introduzione di clienti globali. La partnership con Microsoft e PTC ne ha migliorato soltanto la capacità di acquisire nuovi clienti. "Quando i nostri reparti commerciali interagiscono con i clienti, al personale tecnico fa piacere sapere che collaboriamo con Microsoft e PTC", ha affermato Cavalsassi. In questo modo, Celli Group ha acquisito cinque clienti importanti e, di conseguenza, ha aumentato le entrate annuali ricorrenti derivanti dalle soluzioni digitali del 10% fino al 2022.

"Nel nostro settore, siamo rinomati come principali innovatori. Abbiamo infatti introdotto nuove apparecchiature digitali e una nuova piattaforma IoT. Abbiamo inoltre conquistato progetti importanti con IntelliDraught e ampliato la nostra quota di mercato con clienti globali. Siamo ancora all'inizio, il potenziale da sfruttare è ancora tanto", ha affermato Cavalsassi.

Con il supporto di Microsoft w PTC, Celli Group prosegue sulla strada dell'innovazione

Con Azure IoT e ThingWorx, Celli Group ha già avviato la progettazione di una soluzione rivoluzionaria: Acqua Alma Point, un sistema di erogazione dell'acqua che garantisce drinking experience sostenibili e personalizzate. Presso gli erogatori Acqua Alma Point presenti in ogni parte del mondo, i clienti possono creare ricette con le aromatizzazioni, i minerali e i livelli di gasatura preferiti, senza sprecare bottiglie di plastica. Sfruttando le potenzialità dell'IoT e un modello di implementazione basato sul cloud, il sistema riconosce l'utente e ricorda le sue preferenze, indipendentemente dall'erogatore utilizzato. Ma non solo: con il contributo di Microsoft e PTC, Celli Group sta avanzando rapidamente verso il futuro nella consapevolezza di poter rapidamente introdurre sul mercato nuove soluzioni e funzionalità. E con la certezza che la propria soluzione rimarrà stabile, sicura e a prova di futuro. Andando avanti, inoltre, potrà contare su un elevato ritmo di innovazione che garantirà la modernizzazione delle operazioni e un importante vantaggio competitivo.

"Il nostro obiettivo era quello di cambiare le modalità con cui vengono serviti i clienti, mentre la nostra vision a lungo termine era quella di creare servizi basati sulle nostre apparecchiature. L'IoT era un elemento chiave per il successo della nostra strategia."
Paolo Cavalsassi, Global Commercial Director di Celli Group