Colfax è un'azienda diversificata leader nelle tecnologie industriali per organizzazioni pubbliche e private appartenenti a numerosi settori. Fornisce i suoi prodotti e servizi attraverso due piattaforme aziendali: Howden, società che produce apparecchiature di precisione per il trattamento di aria e gas, ed ESAB, fabbricante di materiali di consumo e apparecchiature per saldatura e taglio.

L'obiettivo

Sulla base di oltre 100 anni di esperienza nell'ambito della produzione, Colfax riconosce l'esigenza di far evolvere costantemente le proprie attività per competere con successo in mercato sempre più competitvo come quello di oggi. A tale scopo, la società ha intrapreso il percorso della trasformazione digitale, con particolare attenzione all'Internet of Things (IoT).

Come avviene per molte imprese industriali, la vasta gamma di asset di Colfax e la lunga vita operativa delle apparecchiature la rende poco preparata all'IoT e alla complessità degli schemi di implementazione. Inoltre, Colfax utilizza un processo gestionale agile e federato, la cui strategia chiave si basa sulla crescita tramite acquisizioni. Ne derivano un'infrastruttura di automazione e pratiche IoT piuttosto eterogenee tra le varie aziende.

Colfax ha avviato il proprio programma interno, DDA, (Data Drive Advantage, Vantaggio basato sui dati), incentrato sulla creazione di valore e sulla differenziazione dei prodotti esistenti grazie alle tecnologie digitali, nonché sulla creazione di nuove opportunità. L'IoT e le relative tecnologie consentono a Colfax e alle sue aziende, ESAB e Howden, di ottimizzare la funzionalità dei prodotti, creare valore aggiunto per i clienti e le parti coinvolte e aumentare il valore delle acquisizioni future. Tuttavia, nel corso dell'abilitazione digitale delle diverse linee di prodotti, Colfax ha dovuto affrontare molti degli ostacoli che tipicamente emergono durante i processi di trasformazione, limitandone sia l'ambito che l'impatto.

La soluzione

Consapevole che il percorso verso una trasformazione digitale di successo inizia dalla definizione di una strategia IoT efficace per soddisfare le esigenze aziendali, Colfax ha condotto presso le proprie imprese diversi progetti pilota, specificatamente mirati all'aggiunta di valore ai prodotti principali già offerti. Questo approccio ha consentito di accedere a una base installata di clienti e team di vendita e supporto che già apportavano un valore maggiore alle soluzioni già note. Quando Colfax è passata all'ampliamento dell'offerta e all'applicazione del DDA nelle aziende del gruppo, ha individuato un modo più efficiente per creare rapidamente le basi di un'infrastruttura IoT di sostegno.

Inizialmente, la società ha creato un framework tecnologico interno, ma ben presto si è resa conto che la distribuzione e la manutenzione di tale progetto non era vantaggiosa, né in termini operativi né finanziari. La manutenzione di una simile infrastruttura avrebbe richiesto troppo tempo e un eccessivo impegno da parte dei dipendenti, il cui operato era incentrato sulle competenze di base dell'azienda.

Colfax ha quindi cercato una soluzione IoT pronta all'uso in grado di integrarsi perfettamente in tutte le divisioni e le realtà geografiche, di supportare le offerte cloud all'avanguardia nel settore per la condivisione centralizzata dei dati, di offrire opzioni di distribuzione flessibili e di fungere da pilastro portante delle proprie iniziative IoT. Dopo approfondite ricerche e valutazioni di diverse offerte, Colfax ha optato per una soluzione integrata costituita dalla piattaforma di innovazione industriale ThingWorx di PTC e da Microsoft Azure IoT.

Colfax ha scelto di sfruttare il cloud come pilastro portante per le proprie iniziative IoT e ha selezionato Microsoft Azure per la sua straordinaria capacità di gestire configurazioni di distribuzione diversificate, nonché per la profonda comprensione ed esperienza nell'offerta di soluzioni industriali che promuovono la sua visione tecnologica. Azure IoT offre una ricca gamma di funzionalità integrate nell'ambito della sicurezza dei dispositivi e della connettività, che consentono di usufruire di una comunicazione bidirezionale affidabile e sicura tra milioni di dispositivi IoT, in distribuzioni cloud, locali o ibride.

Colfax ha selezionato la piattaforma di innovazione industriale ThingWorx per il ruolo di primo piano che ricopre PTC nell'IoT, nonché per la scalabilità della soluzione, l'ampiezza del portfolio e la copertura globale. Essenzialmente, la piattaforma ThingWorx consente di sviluppare processi già predisposti per le esigenze future, in modo che Colfax sia in grado di aggiungere e integrare con facilità le innovazioni e le funzionalità di piattaforma più recenti dell'IoT nelle proprie soluzioni, mantenendo al contempo l'attenzione sulle operazioni aziendali principali.

Per Colfax, la combinazione di ThingWorx e Azure ha fornito una soluzione semplice e potente, con un'offerta solida in termini di connettività industriale, rapido sviluppo delle applicazioni e integrazione delle funzionalità. Per Colfax e le proprie consociate era importante avere la possibilità di integrare facilmente la soluzione nei sistemi esistenti al fine di ottimizzare i processi, evitare l'insorgenza di difficoltà o errori indesiderati e garantire la sicurezza con maggiore semplicità. Alla luce della varietà di ambienti proposti dalla propria base di clienti, era fondamentale per Colfax selezionare tecnologie in grado di essere integrate con facilità anche dalla clientela stessa. Quella offerta da ThingWorx e Microsoft Azure IoT si è dimostrata la soluzione ideale per soddisfare tali requisiti.

I risultati

In seguito all'implementazione di ThingWorx nell'ambito delle loro strategie DDA, ESAB e Howden hanno registrato un rapido avanzamento nel loro percorso di trasformazione digitale. Mentre in precedenza le aziende impiegavano anni a sviluppare soluzioni in locale, ora gli stessi risultati vengono implementati senza difficoltà, in alcuni casi in pochi mesi. Grazie alla flessibilità e alla scalabilità di ThingWorx e Azure, entrambe le unità aziendali realizzano e distribuiscono prodotti all'avanguardia ed elaborano riadattamenti delle versioni precedenti per ottimizzare le funzionalità con risorse nuove e potenti e fornire valore aggiunto ai clienti.

Grazie all'offerta Uptime, Howden sta integrando la tecnologia ThingWorx nei propri compressori ad alto contenuto ingegneristico per raccogliere e analizzare i dati delle apparecchiature strategiche che consentiranno ai clienti di ottimizzare le prestazioni dei macchinari e le relative efficienze operative. È possibile utilizzare l'analisi predittiva e prescrittiva con le apparecchiature connesse per monitorare le operazioni e determinare i normali modelli di comportamento, permettendo al cliente di identificare facilmente le eventuali deviazioni dalla norma o di ricevere notifiche quando queste si verificano, allo scopo di impedire potenziali guasti delle macchine. Operando interventi di manutenzione sui macchinari prima che si arrestino a causa di un guasto, le aziende possono evitare le problematiche e i costi associati a periodi di inattività non programmati e allineare meglio le strategie di manutenzione complessive che, in precedenza, si basavano esclusivamente su congetture e analisi a posteriori. I clienti di Howden che utilizzano la soluzione Uptime registrano già miglioramenti nelle operazioni di manutenzione, ad esempio tempi di attività prolungati senza interruzioni, efficienze dei processi e riduzioni dei costi.

L'azienda ESAB applica ThingWorx in WeldCloud e CutCloud per migliorare la gestione di asset, documentazione e produttività in diverse aree geografiche. Grazie alla connessione delle apparecchiature per saldatura e taglio, i clienti ESAB possono monitorare in modo ottimale i dati di utilizzo dei macchinari e valutare la produttività e gli asset di produzione. Grazie alle potenti funzionalità di analisi automatizzate della piattaforma ThingWorx, è possibile valutare le prestazioni analizzando un numero illimitato di attributi, dal più semplice al più complesso. Come avviene per Howden, questa maggiore visibilità, sia dei singoli progetti che dei parchi di attrezzature, consente inoltre a ESAB di rilevare modelli e anomalie in prodotti/applicazioni simili, migliorando il tasso di risposta dell'azienda ai problemi sul campo, nonché di aiutare i clienti a ottimizzare le prestazioni. Un ulteriore vantaggio è costituito dal fatto che la vasta gamma di dati raccolti automaticamente dalla piattaforma ThingWorx può essere facilmente raccolta e assemblata in documentazione da presentare alle autorità di controllo, semplificando il processo documentale e aumentando la qualità delle informazioni comunicate.

Grazie all'integrazione di ThingWorx e Microsoft Azure IoT nei propri prodotti, Colfax ha potuto usufruire di una nuova visibilità dei dati sulle apparecchiature di produzione trasformando il modo in cui fornisce assistenza e supporto per i propri prodotti. Grazie alla flessibilità della piattaforma ThingWorx, Colfax può continuare a espandere le funzionalità digitali dei prodotti per offrire un maggiore valore ai clienti.

"ThingWorx non solo è un valido supporto per le aziende che fanno parte del gruppo, ma può anche contribuire a un'integrazione più rapida delle acquisizioni. Grazie a ThingWorx e Microsoft Azure IoT, possiamo concentrarci su quello che facciamo meglio e migliorare l'esperienza dei clienti."
Ryan Cahalane, Vice President, Digital Growth, Colfax

Il futuro

Mentre l'implementazione dei suoi prodotti abilitati per ThingWorx continua, Colfax ha potuto percepire rapidamente l'impatto sulle operazioni dei clienti. Il passo successivo per Colfax è l'implementazione di ThingWorx e Microsoft Azure nelle proprie operazioni, sia per attuare miglioramenti operativi che per chiudere il ciclo tra la produzione e l'utilizzo sul campo di prodotti intelligenti e connessi. Questa catena del valore connessa e intelligente consente alle aziende Colfax di comprendere meglio l'impatto dei processi di produzione sulla qualità e sui cicli di vita dei servizi, di adeguarsi maggiormente alla domanda, soprattutto nelle imprese del settore dei materiali di consumo, e di fornire un feedback più rapido sui nuovi progetti per ottenere un time-to-market più rapido e lanci di prodotto di maggiore successo. Inoltre, la collaborazione con i fornitori intorno a questa architettura di riferimento comune consente di trasmettere risultati simili senza che i fornitori debbano impegnarsi a loro volta in progetti pilota lunghi e complessi.

Nell'ambito delle proprie linee di prodotti, l'azienda intende esplorare funzionalità di analisi approfondite, realtà aumentata e molto altro. Con PTC come fidato partner, Colfax è sicura di essere più preparata che mai al mondo intelligente e connesso del futuro.

Scoprite di piùScaricate la storia di successo