Perché le aziende stanno puntando alla trasformazione digitale? Un elenco completo dei motivi

Scritto da: David Immerman
  • 6/29/2021
  • Tempo di lettura : 6 min
why-digital-transformation-900

La trasformazione digitale (DX) genera inevitabilmente notevoli vantaggi di natura strategica, operativa e finanziaria per le imprese industriali di tutto il mondo. Tali vantaggi concreti stanno spingendo molte aziende ad intraprendere un percorso di digitalizzazione; secondo il report sullo Stato della Trasformazione Digitale di PTC, il 92% dei produttori sta infatti attuando un programma di DX.

Perché la trasformazione digitale?

Sappiamo che le aziende comprendono ormai le opportunità offerte dalla trasformazione digitale. La domanda ovvia è quindi: perché? Perché la trasformazione digitale? La risposta può avere diverse sfumature, ma la nostra analisi evidenzia 12 obiettivi primari e concreti per la DX, tutti definibili con metriche chiare e precise.

Detti obiettivi sono distribuiti uniformemente su tre aree di business critiche: riduzione dei costi, crescita e miglioramento delle esperienze. 

Qui sotto entreremo nel dettaglio di questo elenco di vantaggi e obiettivi per dare una visione completa dei motivi che, nel 2021, stanno spingendo le aziende manifatturiere a perseguire la trasformazione digitale.

La DX ha effetti sui profitti aziendali grazie alla riduzione dei costi

Per prima cosa, la maggior parte dei produttori analizza internamente la propria azienda per capire come le capacità digitali possano essere utilizzate per migliorare le loro attività. Decidono quindi di sperimentare e provare la validità delle tecnologie prima di utilizzarle nelle operazioni rivolte ai clienti. Questo li mette in una posizione finanziaria più vantaggiosa per potersi concentrare successivamente sulla crescita e su obiettivi basati sull'esperienza. Non sorprende che il 62% delle aziende abbia adottato questa mentalità dei "costi prima di tutto" anche a causa del COVID-19.

Gli obiettivi principali centrati sui costi citati dai produttori come fondamentali per il loro programma DX sono cinque.

1. Efficienza delle risorse: Migliorare la disponibilità, l'affidabilità e le prestazioni di macchine, attrezzature e altre risorse industriali.

I produttori hanno una miriade di risorse nei loro impianti di produzione e ambienti industriali. Essi operano in processi frammentati e imprevedibili che limitano ampiamente l'opportunità di ottimizzare le loro prestazioni. Anche piccole introspezioni preventive su una singola macchina possono portare a un vero e proprio miglioramento dell'OEE (tra l'11 e il 30%), una riduzione dei tempi di fermo (fino al 30%) e a un incremento della resilienza complessiva dell'intera linea di produzione. Affrontare questi costi operativi attraverso l’uso più efficiente delle risorse esistenti è sempre più comune grazie all'Industrial Internet of Things (IIoT) che offre una maggiore connettività e correla l'intelligenza nelle macchine legacy.

 

 

2. Produttività della manodopera: Inserimento, integrazione, ottimizzazione e responsabilizzazione più efficaci della manodopera in prima linea e dei relativi compiti.

Di fronte a un crescente gap di competenze, i produttori stanno cercando di ottimizzare la loro manodopera per migliorare il tempo di reazione, l'efficacia complessiva del lavoro e altre metriche di produttività. Dotare la manodopera di capacità di introspezione digitale può aiutarla nei rispettivi compiti fisici, come ad esempio l'assemblaggio, la manutenzione e il controllo della qualità. Sfruttare l'IIoT per fornire istruzioni di lavoro accurate e in tempo reale e la realtà aumentata come lente immersiva del lavoratore nel suo ambiente fisico permette di raggiungere una maggiore produttività della manodopera.

 

3. Costo dei beni venduti (COGS): Riduzione dei costi diretti necessari per produrre i beni venduti dall'azienda, compresi quelli dei materiali e di manodopera.

Il COGS è un componente identificabile dei conti economici dei produttori e, mentre i CXO sono sempre più responsabili dei programmi DX (il 90% dei produttori cita i CXO come leader strategici della DX) e del loro impatto su tali conti, non sorprende vedere che la riduzione del costo dei beni venduti è un obiettivo della DX. L'uso del digitale per ottimizzare le scorte, ridurre gli scarti di produzione e utilizzare meglio la manodopera può aiutare i produttori a migliorare direttamente tale impatto finanziario. L'intelligenza artificiale permette di identificare le parti della supply chain nelle quali i costi possono essere ottimizzati e il SaaS offre una piattaforma per collegare i processi della supply chain che tipicamente sono scollegati fra loro.

 

 

4. Costi operativi e di produzione: Ridurre i costi generali e di produzione associati al mantenimento della continuità operativa o le spese di fabbricazione di un prodotto.

Questa categoria di costi onnicomprensiva può riguardare la riduzione dei costi di manodopera, dei materiali, dell'energia, delle forniture e di capitale. Le analisi rese possibili dal digitale permettono di bilanciare meglio l'uso dell'energia in fabbrica tra le varie risorse e ridurre i costi energetici. La necessità di investire capitali significativi nella sostenibilità può essere gestita meglio tramite programmi di DX che ottimizzano la capacità produttiva esistente.

 

 

5. Costi di assistenza: Ridurre i costi di manodopera, delle risorse, dei pezzi e quelli relativi ai clienti in tutto il ciclo di vita dell'assistenza.

L’assistenza di un prodotto distribuito richiede dei costi elevati, che possono essere ridotti notevolmente migliorando le prestazioni del team di assistenza, ad esempio intervenendo sui movimenti dei veicoli commerciali, sulle percentuali di riparazione al primo tentativo e sui tempi di fermo delle risorse. Sono possibili numerose opportunità di ottimizzazione del lavoro dei tecnici attraverso l’uso migliore delle competenze e la vicinanza ai problemi di assistenza sul campo, così come la risoluzione a distanza dei problemi attraverso prodotti intelligenti connessi, può migliorare le metriche in tutto il ciclo di vita dell’assistenza.

La produzione manifatturiera presenta un'enorme combinazione di possibilità per tagliare i costi attraverso un programma di DX. Il miglior punto di partenza è di solito identificare le parti più urgenti e concretamente realizzabili.

Guidare la crescita attraverso l'innovazione digitale

I produttori sono chiamati a raggiungere metriche di crescita elevate, pur avendo delle risorse limitate per farlo. L'integrazione del digitale nello sviluppo del prodotto ha stimolato l'innovazione e fornito un percorso per ottenere una vera e propria crescita.

1. Time-to-market: Ridurre la quantità di tempo per fornire ai clienti prodotti sia nuovi che esistenti.

Ciò comprende sia i miglioramenti nello sviluppo del prodotto (riduzione dei tempi di iterazione nel design) sia le metriche di produzione (rendimento, tempi di ciclo). Sempre più spesso un percorso digitale permette ai produttori di creare una continuità tra queste funzioni e consegnare più velocemente i prodotti.

2. Introduzione di nuovi prodotti: Ridurre il tempo assegnato ai processi di sviluppo del prodotto, compresa la frequenza di introduzione e sviluppo di nuovi prodotti.

Le nuove tecnologie stanno offrendo ai team di ingegneri i mezzi per creare rapidamente progetti di prodotti innovativi. Il generative design crea autonomamente migliaia di varianti di design in base ai requisiti e agli obiettivi. I produttori hanno bisogno di questi moderni metodi di innovazione per introdurre nuovi prodotti sul mercato a velocità inimmaginabile.

3. Introdurre nuovi modelli di business/flussi di reddito: Sfruttare dei metodi alternativi per ottenere nuovi flussi di reddito, come i ‘products-as-a-service’.

Mentre il digitale fornisce ai produttori delle opportunità per ottimizzare i processi locali, offre anche un metodo per stabilire strategie e metodi di nuovo tipo. Attraverso i ‘products-as-a-service’, i produttori possono applicare il modello di abbonamento al software, vendendo l'uso del prodotto e i suoi risultati commerciali. Questi programmi di DX ringiovaniscono i modelli di business tradizionali dei produttori, permettendo di ottenere flussi di entrate ricorrenti e margini di servizio considerevoli.

4. Resa e rendimento: Ridurre la quantità di tempo che un prodotto impiega per attraversare un processo di produzione.

In alcuni mercati, crescere significa produrre rapidamente quantità massive di prodotti (velocità per volume). Per sostenere questi processi e tassi di produzione riducendo al minimo il numero di difetti (maggiore rendimento), le aziende fanno sempre più affidamento a soluzioni di DX basate sull'IIoT nelle loro fabbriche.

I produttori possono identificarsi in una o più di queste leve di crescita e sfruttare la trasformazione digitale per ottenerne i benefici.

Trasformare l'esperienza e il coinvolgimento del cliente

Diventare un'impresa centrata sul cliente è un obiettivo che molti produttori cercano di raggiungere da tempo, ma farlo non è sempre semplice. Ecco alcuni modi in cui la trasformazione digitale può essere sfruttata per migliorare i rapporti con i clienti esistenti e attrarne di nuovi.

1. Qualità del prodotto: Creare costantemente prodotti personalizzati di alta qualità con prestazioni conformi.

Sicuramente, consegnare un prodotto che non funziona come previsto non conquisterà i clienti. È importante fissare internamente delle metriche di qualità (rendimento) per assicurare la resilienza del prodotto nell'ambiente operativo del cliente. La customizzazione di massa e la crescente complessità dei prodotti stanno evidenziando la necessità di percorsi digitali per gestire un'enorme quantità di informazioni e mantenere i più alti livelli di qualità del prodotto lungo il suo ciclo di vita.

2. Esperienza e coinvolgimento del cliente: Prodotti, caratteristiche o servizi nuovi o aggiunti ai modelli di consegna ai clienti.

Spiegazione: La trasformazione digitale offre ai produttori una visione sull'effettiva diffusione del loro prodotto e, soprattutto, sull'utilizzo del prodotto da parte del cliente. Queste analisi basate sui dati offrono un ciclo di feedback chiuso con i tassi di utilizzo delle caratteristiche ai progettisti di prodotti che lavorano alla successiva iterazione. Le esperienze di tipo digitale permettono di coinvolgere meglio i clienti, come dimostra l'esperienza del marchio 19 Crimes in AR.

3. Qualità dell’assistenza: Operazioni di assistenza più affidabili, reattive ed empatiche. 

La trasformazione digitale può non solo portare a risparmi diretti sui costi in tutto il ciclo di vita dell’assistenza (come descritto in precedenza), ma anche garantire l’affidabilità e la fiducia del cliente. I produttori che possono raggiungere questo livello di fiducia nell'assistenza o nell'assicurare l'operatività del cliente, diventeranno un potente alleato digitale del cliente stesso e otterranno dei notevoli benefici finanziari.

Molti hanno adottato la mentalità 'customer-first' solo per rendersi conto che la maggior parte delle loro ambizioni di coinvolgimento o esperienza erano irraggiungibili attraverso i metodi tradizionali. L'approccio "digital-first" offre una nuova piattaforma per coinvolgere i clienti e offrire loro delle esperienze su misura.

Riflessioni finali

La trasformazione digitale è in continua evoluzione e gli obiettivi strategici dell'azienda che essa supporta si espandono di conseguenza. Il punto comune a tutti è che quando si implementa un programma di trasformazione digitale ben strutturato, si può raggiungere un valore significativo.

Leggete il nostro report sullo Stato della Trasformazione Digitale che analizza qual è il punto di partenza in base alla maturità del vostro programma.

Lo stato della trasformazione digitale industriale

Leggi il rapporto completo per valutare il tuo programma di trasformazione digitale e ottenere approfondimenti basati sui dati per accelerare la trasformazione aziendale

Tags:
  • Digital Transformation
  • Industrial Internet of Things

Informazioni sull'autore

David Immerman

David Immerman è Senior Research Analyst nel team di marketing di PTC che produce importanti materiali sulle tecnologie, tendenze, mercati e altro. In precedenza, David è stato analista nel settore dell’Internet of Things di 451 Research, coprendo principalmente i mercati dei trasporti intelligenti della tecnologia automobilistica, tra cui le auto connesse e i veicoli autonomi. Ha anche trascorso del tempo a fare ricerche sulle tecnologie abilitanti dell'IoT e su altri settori verticali, tra cui quello industriale. Prima di 451 Research, David ha condotto ricerche di mercato presso IDC.