Sviluppare una strategia di collaborazione aziendale

Scritto da: Sarah Sherard
  • 11/2/2022
  • Tempo di lettura : 3 min.
enterprise_collaboration_900x450

Quando un ingegnere apporta una modifica a un progetto in qualsiasi strumento stia utilizzando, tale modifica può essere condivisa e visualizzata da altri ingegneri che hanno accesso a quello strumento, ma che dire di coloro che non hanno accesso allo strumento o non sanno come utilizzarlo? In che modo gli addetti alla produzione, alla qualità, all'assistenza e alla catena di fornitura vengono a conoscenza di questa modifica? Quanto tempo ci vorrà perché ne vengano a conoscenza e quanta produttività è a rischio se lavorano con i vecchi dati? Questo isolamento dei dati impedisce a molte organizzazioni manifatturiere di collaborare pienamente. Con una distribuzione globale dei team, sistemi isolati e dati complessi da comunicare, la collaborazione aziendale può sembrare impossibile. Se queste sfide vi sembrano familiari, la buona notizia è che esiste una soluzione: il PLM.

 

Che cos'è la collaborazione aziendale?

La collaborazione aziendale è una potente funzionalità del PLM che consente alle persone di tutto il ciclo di vita del prodotto - e di tutto il mondo - di accedere, contribuire e visualizzare i dati di prodotto attraverso la connettività in tempo reale. Abbattendo i silos con il PLM, è possibile consentire all'intera forza lavoro e alla catena del valore estesa di lavorare insieme in modo più semplice ed efficiente. Questa liberazione di dati utilizzabili può essere il trampolino di lancio per aumentare la qualità dei prodotti, tagliando i costi e riducendo i tempi di produzione. Per le aziende con una miriade di team lungo la catena del valore, questa soluzione può rappresentare una svolta.

Come si sviluppa una strategia di collaborazione aziendale?

Nonostante questi evidenti vantaggi, l'introduzione di nuove tecnologie e processi nell'organizzazione può sembrare eccessiva. Una strategia efficace è la chiave del successo. Sebbene ogni azienda abbia esigenze e obiettivi diversi, ecco una base generale per una strategia di collaborazione aziendale produttiva:

  1. Identificate i principali punti dolenti e le esigenze del vostro attuale software di sviluppo prodotto. I sistemi siloidali impediscono agli utenti di trovare ciò di cui hanno bisogno? I team stanno cercando altre soluzioni (telefonate che non catturano le informazioni, richieste ad altri per ottenere report, ecc.) Una volta identificati questi punti dolenti, è possibile creare un obiettivo chiaro per tutti.
  2. Valutare attentamente le soluzioni tecnologiche. È importante scegliere un sistema che sia facile da capire e da usare per tutti. Questi sistemi di collaborazione sono pensati per semplificare le cose, non per complicarle. L'ampliamento dell'accessibilità a un gruppo più ampio di stakeholder aggiunge importanza a questa fase.
  3. Sviluppare un piano di implementazione. Questo include la garanzia che il personale sia informato e formato sul sistema e che sia guidato attraverso qualsiasi domanda e dubbio. Gli utenti devono avere fiducia nel sistema se si vogliono massimizzare i benefici.
  4. Monitorate i risultati e regolatevi di conseguenza. È fondamentale misurare come cambia lo sviluppo del prodotto dopo l'implementazione della tecnologia e se le carenze precedenti si stanno riducendo. Tenere sotto controllo gli obiettivi facilita l'analisi e la risoluzione delle cause di potenziali problemi.

Quali sono i vantaggi della collaborazione aziendale?

La collaborazione aziendale può offrire una serie di vantaggi ai produttori, tra cui una maggiore produttività e l'accesso self-service a dati accurati sui prodotti. Dai pianificatori della produzione ai tecnici dell'assistenza, dagli ingegneri della qualità ai partner della catena di fornitura, tutti possono trarre vantaggio dalla collaborazione. Alcuni degli altri vantaggi includono:

  • Efficienza: Semplificando la comunicazione, i produttori possono migliorare e accelerare il ciclo di vita dello sviluppo del prodotto. Tutti i membri dell'organizzazione possono vedere, accedere e contribuire ai processi pertinenti. Questo si traduce in un processo decisionale più rapido, in tempi più brevi e in tempi di commercializzazione più brevi. EnerSys ha adottato la collaborazione aziendale per ridurre le iterazioni e le discussioni ridondanti tra i team di produzione e di progettazione dopo aver unificato la distinta base (BOM).
  • Qualità: L'accesso immediato a dati accurati supporta direttamente il miglioramento della qualità dei prodotti. Se si riscontra un problema, è possibile sottoporlo immediatamente a un ingegnere della qualità. Aziende come HP hanno migliorato la qualità dei processi e dei prodotti dopo aver standardizzato e digitalizzato la gestione dei processi e dei dati.
  • Risparmio sui costi: Quando le persone non possono collaborare in modo produttivo, i costi di errori e ritardi possono aumentare. La collaborazione aziendale previene questi costi consentendo un'interazione interfunzionale in tempo reale, che permette di individuare i problemi nelle prime fasi del processo. Dopo aver implementato una piattaforma di collaborazione aperta in 65 sedi globali, l'azienda di ingegneria Bosch Rexroth ha registrato un risparmio annuo di svariati milioni di euro. Inoltre, ha ottenuto ulteriori risparmi eliminando la duplicazione dei dati.

Consentire la collaborazione proteggendo i dati

Una delle maggiori preoccupazioni dei produttori per quanto riguarda la collaborazione accessibile è la sicurezza. Se tutti hanno accesso ai dati dei prodotti, come si può garantire la protezione della proprietà intellettuale? ThingWorx Navigate di PTC offre un accesso sicuro ai contenuti del PLM attraverso app semplificate basate su ruoli e attività, consentendo un'esperienza perfetta, rapida e sicura tra tutte le parti interessate. Oltre alla sicurezza, ThingWorx Navigate consente la collaborazione nell'intero processo di sviluppo del prodotto, fornendo solo ciò che è necessario per quel compito o ruolo. All'interno della piattaforma sono presenti tre categorie principali di applicazioni out-of-the-box: per la visualizzazione delle informazioni PLM, per la partecipazione attiva al processo PLM e per la connessione a sistemi di terze parti. Queste categorie consentono una democratizzazione contestualizzata dei dati e una velocità di adozione, permettendo una collaborazione in tempo reale sui dati senza alcuna confusione.

Quale app di collaborazione aziendale utilizzare?

La piattaforma giusta è fondamentale per semplificare e ampliare la collaborazione. ThingWorx Navigate è progettato per consentire agli stakeholder di vedere, accedere e contribuire ai processi PLM utilizzando un'unica fonte autorevole di dati di prodotto lungo tutto il ciclo di vita del prodotto. Questo garantisce che tutto il lavoro aggiunga valore e aumenti la qualità e il risparmio di tempo, senza aggiungere complessità ai processi.

Accesso ai dati in tempo reale

Portare il digital thread dall'idea alla realtà

Tags:
  • PLM
  • Navigate
  • Thread digitale

Informazioni sull'autore

Sarah Sherard

Sarah is a Marketing Content Specialist on PTC’s Commercial Marketing team. Her mission is to create intriguing, informational content that supports PTC’s product and service offerings.