Che cos'è il monitoraggio da remoto delle condizioni e come funziona?

Scritto da: Brant Henne
  • 11/14/2022
  • Tempo di lettura : 4 min.
remote monitoring and how it works

Il monitoraggio da remoto di complesse apparecchiature industriali si è rivelato utile in molti settori, dall'agricoltura ai servizi sanitari. Tuttavia, nonostante la sua ampia diffusione, il concetto di monitoraggio da remoto non è ancora del tutto chiaro. Man mano che le aziende cercano di creare valore grazie a prodotti sempre più affidabili e ricchi di tecnologia digitale, l'implementazione di sistemi di monitoraggio da remoto diventerà una necessità assoluta per poter competere. I primi ad utilizzarlo hanno già acquisito un vantaggio iniziale per fornire servizi di alto livello.

Per coloro che sono all'inizio del loro percorso, c'è ancora tempo per recuperare. Questo post approfondisce i seguenti punti: che cos'è il monitoraggio da remoto? come funziona? e quali sono i suoi vantaggi?

 

Definizione di monitoraggio da remoto

Il monitoraggio da remoto è la possibilità di visualizzare lo stato, le prestazioni e il comportamento di una macchina a distanza. Ciò avviene principalmente attraverso una combinazione di tecnologie IoT (Internet of Things) e cloud computing. In questo modo, gli asset che si trovano in una fabbrica, in un ospedale, in viaggio o direttamente sul campo, diventano visibili ai responsabili della prevenzione dei tempi di fermo o, in caso di fermi non pianificati, permettono di accelerare l'intervento di assistenza.

 

Come funziona il monitoraggio da remoto?

Solitamente, i dati delle macchine vengono acquisiti su base continuativa, ma la revisione di tali dati avviene in modo incrementale. La frequenza con cui vengono esaminati i dati sullo stato e sulle prestazioni dipende dal costo dell'asset, dalla sua età e durata, e dal potenziale impatto causato dai tempi di fermo. I tecnici della manutenzione e dell'assistenza possono esaminare i dati ed eseguire ispezioni dirette in base a ciò che le metriche segnalano.

Il monitoraggio da remoto, invece, si basa su tre componenti chiave: la connettività per la raccolta dei dati, un punto in cui elaborarli e memorizzarli, e meccanismi per la notifica e la trasmissione in modo che siano utilizzabili.

Il monitoraggio da remoto inizia dai sensori collegati all'apparecchiatura, che trasmettono un flusso enorme e costante di dati. Per le apparecchiature più recenti, gran parte di questa connettività è già integrata nel prodotto. Per gli impianti più datati, è possibile aggiungere sensori e connettività alle strutture esistenti. La raccolta di questi dati richiede una connettività industriale, meglio se gestita attraverso un sistema standardizzato, progettato per adattarsi a un ambiente complesso ed eterogeneo e per supportare una piattaforma IIoT.

Il passo successivo è l'elaborazione e l'archiviazione dei dati. Questi dati possono essere inviati direttamente al cloud oppure, nei casi in cui i dati siano sufficientemente significativi, possono essere elaborati direttamente in loco, trasmettendo i dati utilizzabili al cloud. Idealmente, una piattaforma IIoT gestisce questi dati in modo che possano essere utilizzati in applicazioni di monitoraggio e analisi a distanza.

Il terzo componente di un sistema di monitoraggio da remoto riguarda la capacità di fornire dati utilizzabili. Si può utilizzare una dashboard, un’applicazione o delle notifiche inviate a dispositivi mobili; la modalità specifica viene solitamente determinata a seconda del tipo di macchina, dello stato o del comportamento da monitorare e al tipo di risposta che l’assistenza potrebbe fornire. Il punto in comune a tutte risiede nel fatto che le applicazioni di monitoraggio forniscono in tempo reale tutte le informazioni utili ad agire. Le applicazioni più avanzate di monitoraggio da remoto spesso sfruttano informazioni aggiuntive, come la coda e l'instradamento intelligente delle notifiche, le indicazioni geospaziali relative all'asset in questione e persino le istruzioni per la manutenzione.

 

Qual è il ruolo del monitoraggio da remoto nell'ottimizzazione della manutenzione?

In passato, una volta venduto un prodotto industriale a un cliente, il produttore perdeva ogni visibilità sulle prestazioni del prodotto stesso. Una serie di fattori, come ad esempio prodotti digitali sempre più complessi e la concorrenza del mercato, hanno imposto ai produttori di utilizzare i servizi di assistenza come strumento per incrementare gli affari, fidelizzare i clienti e promuovere la crescita fornendo maggiore valore. Questo obiettivo viene raggiunto attraverso nuovi servizi di assistenza basati sul monitoraggio remoto. Esistono tre approcci principali: manutenzione predittiva, assistenza remota e servizi di assistenza più completi per la trasformazione del business.

 

Manutenzione predittiva

La manutenzione predittiva garantisce che un impianto non subisca fermi o guasti non pianificati. Ciò avviene attraverso un monitoraggio costante delle condizioni fisiche, tra cui lo stato, le prestazioni e le sollecitazioni a cui è sottoposta un'apparecchiatura. Utilizzando la manutenzione predittiva per identificare e risolvere potenziali problemi prima che si trasformino in veri e propri guasti, Zeiss, uno dei principali produttori mondiali di strumenti per microscopia, ha ridotto del 92% i tempi di inattività legati alle calibrazioni per i propri clienti.

 

Assistenza remota

Anche quando non possono essere prevenuti in maniera proattiva, il monitoraggio da remoto può aiutare a risolvere rapidamente i problemi che si verificano, accelerando il tempo medio di riparazione (MTTR) e il tasso di riparazione al primo tentativo (FTFR). Come già detto, un monitoraggio remoto efficace richiede connettività e una piattaforma IIoT. Queste stesse tecnologie consentono anche l'assistenza remota, quando possibile. A seconda della natura del servizio richiesto, questa può assumere la forma di un intervento remoto momentaneo, dell'installazione remota di patch e correzioni software o di un supporto remoto ai tecnici in loco.

Il monitoraggio da remoto può anche velocizzare gli interventi di assistenza in sede per migliorare l'MTTR e l'FTFR, fornendo ai tecnici dati specifici e immediatamente utilizzabili.

 

Trasformazione del servizio

Il monitoraggio da remoto sta aprendo nuovi modelli di business basati sui servizi, tra cui il “product as a service”, il riassortimento dei materiali di consumo e la fatturazione basata sull'uso. In genere non si tratta di servizi iniziali di un'azienda industriale, ma piuttosto di una strategia a lungo termine intrapresa da coloro che hanno implementato con successo servizi incrementali abilitati dall'IIoT.

Per il momento, i maggiori risultati del monitoraggio da remoto consistono in un drastico miglioramento dell'assistenza, che si concretizza in un MTTR più rapido e in un'enorme riduzione dei tempi di fermo non programmati e dei costi di intervento.

Per consigli pratici sull'integrazione del monitoraggio da remoto nel vostro ecosistema di servizi, scaricate la nostra guida all'acquisto, il montoraggio da remoto dei macchinari migliora il servizio.

Il monitoraggio da remoto dei macchinari migliora il Service

Scoprite i passi concreti da compiere per trasformare le prestazioni del Service grazie al monitoraggio da remoto delle apparecchiature basato sull'IoT.

Tags:
  • Dispositivi connessi
  • Industrial Internet of Things
  • Thingworx
  • Aerospaziale e difesa
  • Automotive
  • Apparecchiature industriali
  • Elettronica e high tech
  • Biomedico
  • Trasformazione digitale

Informazioni sull'autore

Brant Henne

As a Content Strategy Manager, I thrive on engaging technology stories. There's no shortage of these stories at PTC; we're helping entire industries use the IoT and AR to transform their business.