Additive Manufacturing: cos'è il formato 3MF?

Scritto da: Cat McClintock
  • 4/8/2022
  • Tempo di lettura : 4 min.
A model file being saved to 3MF format in Creo.

di Jose Coronado, Product Manager di Creo

Il formato di produzione 3D (3MF) è un tipo di file che le applicazioni di progettazione possono usare per inviare modelli CAD 3D  in modo completamente affidabile a una serie di altre applicazioni, piattaforme, servizi e stampanti.

Con la specifica 3MF, le aziende possono concentrarsi sull'innovazione piuttosto che su questioni di interoperabilità di base. Soprattutto, è progettata per evitare i problemi spesso associati ad altri formati di file 3D.

Il Consorzio 3MF è un'organizzazione senza scopo di lucro che fornisce l'infrastruttura aziendale e legale per il 3MF, permettendo ai gruppi di stabilire e gestire gli standard e di collaborare allo sviluppo del codice sorgente.

Il Consorzio 3MF ha sviluppato un pacchetto di specifiche per creare un formato di file che sia completo, leggibile dall'uomo, semplice, estensibile, non ambiguo e libero.

 

Il video qui sopra mostra come preparare la stampa di un componente o di un assemblaggio usando il formato in Creo.


Quali problemi risolve il 3MF?

Per il settore dell’additive manufacturing, il 3MF risolve diversi problemi:

  • Fornisce un unico formato supportato dall'industria, dalla progettazione alla stampa, senza perdita di informazioni.
  • Fornisce una chiara definizione della multidimensionalità, eliminando la possibilità di auto-intersezioni e sovrapposizioni. Anche le unità, i colori e le proprietà sono chiaramente specificati.
  • È nativo in Microsoft Windows e Office.
  • Tutte le informazioni necessarie per produrre un componente sono racchiuse in un unico file compatto.
Chart comparing sizes of a file in different formats.

Immagine: confronto tra dati salvati in vari formati di file.

 

I vantaggi di 3MF

Utilizzando 3MF è possibile sfruttare numerose caratteristiche, tra cui:

  • Invio di un modello di colore a un servizio di stampa
  • Stampa di strutture reticolari
  • Integrazione di texture
  • Inclusione di strutture di supporto con il modello
  • Assegnazione di materiali
  • Stampa di un oggetto con una dimensione specifica
  • Gestione di un progetto completo di produzione additiva
  • Monitoraggio delle componenti dei sistemi di produzione

 

3MF e Creo

PTC è membro del Consorzio 3MF. Perché il 3MF è importante per gli utenti di Creo?

Innanzitutto, è possibile esportare i file 3MF dalla modalità Part o Assembly, o dal tray assembly. Da lì, è possibile inviare direttamente i modelli al software di preparazione della stampa fornito con la stampante 3D, oppure inviare i modelli per la visualizzazione in fabbrica usando le applicazioni standard di Windows.

Se è necessario eseguire il nesting, i controlli per la stampa o creare strutture di supporto, è possibile farlo direttamente nel tray assembly. Inoltre, poiché il tray assembly è un oggetto gestito dai dati in Windchill, è possibile archiviare i dati di preparazione del progetto nel sistema PLM per replicare le stampe create oggi in qualsiasi momento futuro.

Cosa c'è di nuovo nell'Additive Manufacturing?

Strutture reticolari, geometrie autoportanti, biomimetica: guarda come l'additive manufacturing sta cambiando il design.

Tags:
  • CAD
  • Additive manufacturing

Informazioni sull'autore

Cat McClintock Cat McClintock scrive articoli di blog relativi a Creo e Mathcad per PTC. Cat è scrittrice e redattrice per da più di 15 anni, ha lavorato per aziende di software CAD, PDM, ERP e CRM. In precedenza, ha curato riviste scientifiche per un editore accademico e ha allineato assemblaggi ottici per un produttore di dispositivi medici. Ha conseguito lauree in giornalismo tecnico, in lettere classiche e in elettro-ottica. Ama parlare con i clienti di PTC e conoscere l'interessante lavoro che svolgono e i modi innovativi in cui utilizzano il software.