Serie di eventi PLM: 4 componenti chiave di una trasformazione digitale guidata dal PLM

Scritto da: Carlos Melgarejo
  • 6/8/2022
  • Tempo di lettura : 4 min
PLM-vcx-900x450

L'industria manifatturiera sta affrontando una dura concorrenza globale, che la spinge a evolversi rapidamente. I produttori lottano per stare al passo con la crescente domanda dei clienti, che richiede cicli di progettazione più rapidi e processi più efficienti. Le aziende multinazionali che lavorano in team geograficamente dispersi e con sistemi isolati sono scollegate. C'è una crescente pressione per una maggiore qualità dei prodotti e per una riduzione dei costi operativi. Inoltre, le parti interessate si aspettano tempi di commercializzazione più rapidi per prodotti più rispettosi dell'ambiente.

Per essere competitivi nel settore e raggiungere gli obiettivi aziendali, i team multidisciplinari devono lavorare in modo collaborativo, consentendo l'agilità della supply chain e fornendo prodotti di alta qualità e conformi. Questo obiettivo può essere raggiunto implementando un digital thread abilitato al PLM che colleghi ingegneri e non ingegneri con dati affidabili e di facile accesso in tutta l'organizzazione. Diversi produttori ci sono riusciti. E potete farlo anche voi.

Scoprite come hanno fatto quattro produttori influenti nella nostra prossima Virtual PLM Series. Fate un viaggio con ZF, Vestas, Bosch Group e Cellcentric e ascoltate in prima persona i passi compiuti per migliorare la collaborazione tra i team globali. Inoltre, ascoltate come ci immergiamo nelle tecnologie emergenti di oggi e come possono essere sfruttate per portare lo sviluppo del prodotto al livello successivo.

La serie settimanale sul PLM presenterà quattro funzionalità PLM chiave che possono consentire alla vostra organizzazione di essere più flessibile, connessa e agile.

Democratizzazione dei dati

I team dispersi in diverse aree geografiche lavorano in sistemi isolati. Gli stakeholder coinvolti nel processo di sviluppo non hanno accesso a dati aggiornati sul prodotto. Essere un'organizzazione globale significa che i team appartengono a culture diverse e possono lavorare in modi diversi. Inoltre, le informazioni sui prodotti potrebbero non essere standardizzate, rendendo difficile la condivisione e la collaborazione. A seconda della regione, i requisiti di prodotto e gli standard di conformità possono cambiare.

La democratizzazione dei dati in tutte le funzioni aiuta l'organizzazione a migliorare l'efficienza e le prestazioni, favorendo l'armonizzazione e la collaborazione a livello globale. Inoltre, può rendere l'organizzazione più moderna e agile, poiché è in grado di fornire dati sui prodotti con una forte governance a tutti gli stakeholder coinvolti. Fornite una visibilità tempestiva ai progettisti, riducete i tempi di consegna e date ai vostri ingegneri e agli operatori di fabbrica maggiore fiducia nelle loro decisioni con applicazioni di facile utilizzo costruite per utenti non esperti.

Per saperne di più sulla democratizzazione dei dati e sulla collaborazione all'interno dell'azienda, sintonizzatevi sul primo episodio, intitolato "Democratizzazione dei dati: Empowering Diverse Global Teams", in onda l'8 giugno 2022. Ascoltate in prima persona come ZF ha sfruttato il PLM per condividere i dati, collegare gli ambienti IT e abbattere i silos informativi.

Gestione della configurazione end-to-end  

Per rimanere competitivi nel mercato odierno, i produttori propongono un assortimento di varianti di prodotto per soddisfare le esigenze dei clienti. Allo stesso modo, cresce la domanda di prodotti personalizzabili con molteplici opzioni e configurazioni. Questo aggiunge complessità allo sviluppo e alla produzione del prodotto. La mancanza di allineamento tra gli stakeholder che lavorano su queste diverse versioni e modifiche può anche portare a errori, perdite di tempo, scarti e istruzioni di lavoro incoerenti.

In un mondo in cui i prodotti evolvono rapidamente, un software di gestione delle modifiche può aiutarvi a gestire le configurazioni dei prodotti e le sfide che ne derivano. Processi flessibili e agili e strumenti costruiti per la gestione della configurazione end-to-end possono consentire ai team aziendali di lavorare in modo simultaneo. Un sistema PLM consente di creare governance e associatività dei dati, in modo che tutte le modifiche siano completamente definite e controllate.

Vestas ha sfruttato il PLM per progettare e produrre turbine eoliche altamente personalizzabili e affrontare la complessità delle modifiche e delle configurazioni. Ascoltate la loro storia nel secondo episodio, intitolato "End-to-End Configuration Management: Working Concurrently with the Factory & Field", in onda il 15 giugno.

Impresa basata su modelli

Le innovazioni di prodotto aumentano la complessità. I processi e gli strumenti di progettazione tradizionali devono evolversi e adattarsi a questi cambiamenti. Oggi i prodotti contengono più elettronica e software. Ciò richiede la collaborazione di più discipline ingegneristiche per la progettazione, la produzione e la manutenzione di questi prodotti e per tenere il passo con processi a ritmo sostenuto. In molti casi, i prodotti e i processi esistenti sono stati gestiti in modo inefficiente, con dati di prodotto distribuiti su diversi sistemi scollegati.

Grazie a un approccio basato su modelli, la vostra azienda può ridurre le sfide di progettazione e produzione, ridurre la complessità dei prodotti e condividere le informazioni senza soluzione di continuità. Sfruttando i modelli, è possibile progettare un sistema che offre una visualizzazione e una simulazione tempestive per accelerare lo sviluppo, la produzione e l'ispezione dei prodotti. Inoltre, è possibile ridurre gli errori e le non conformità e diminuire i costi di creazione dei progetti.

Unitevi a noi per il terzo episodio in cui il Gruppo Bosch spiega come sta abbattendo la complessità del prodotto condividendo le informazioni attraverso un approccio basato su modelli abilitati dal PLM. La sessione, intitolata "Definizione virtuale del prodotto: Enabling the Model-Based Enterprise", andrà in onda il 22 giugno.

Software as a Service (SaaS)

La maggior parte delle aziende produttrici si affida ancora a sistemi aziendali tradizionali e on-premise, il che rappresenta una sfida quando si tratta di stare al passo con la velocità delle nuove tecnologie e dei nuovi modi di lavorare. Gli aggiornamenti del software sono macchinosi, lenti e dissuasivi. Il debito tecnico blocca l'azienda nelle pratiche del passato e limita la capacità di adattarsi alle nuove sfide, ai nuovi mercati e alle perturbazioni del mercato. Le organizzazioni sono in grado di sbloccare solo una parte del potenziale del PLM e rimangono bloccate nelle fasi iniziali dell'implementazione, implementando solo le funzionalità utilizzate dall'ingegneria.

Implementando il software PLM as a service (SaaS), la vostra organizzazione può portare i prodotti sul mercato più velocemente e accelerare la distribuzione. Windchill+™ è la nuova generazione del software PLM di PTC, fornita tramite architettura SaaS. Contribuisce a promuovere l'innovazione, la collaborazione, la scalabilità e l'esperienza utente. Il software consente inoltre di ridurre al minimo le risorse necessarie per l'aggiornamento, il time to value, i tempi di inattività e i tempi di risoluzione dei problemi.

Il cloud è stato un fattore chiave per diverse organizzazioni, tra cui Cellcentric. Ascoltate come il SaaS li ha aiutati ad accelerare la maturità e l'adozione dello sviluppo dei prodotti aziendali nel quarto episodio, intitolato "SaaS First: Collaborazione senza confini", in onda il 29 giugno.

Unitevi a noi in questo viaggio formativo e ascoltate in prima persona come queste quattro aziende innovative sfruttano il PLM per ottimizzare la collaborazione tra i loro team globali. La serie di eventi di quattro settimane vedrà anche la partecipazione di esperti PTC che approfondiranno altri casi d'uso e funzionalità del PLM. Ogni episodio si concluderà con una tavola rotonda sulle tecnologie emergenti in cui si parlerà di come CAD, IoT, AR ed ERP contribuiscono a supportare e integrare il PLM.

Serie PLM

Collaborare attraverso il Digital Thread

Tags:
  • PLM
  • Thread digitale

Informazioni sull'autore

Carlos Melgarejo Carlos is a Sr. Content Marketing Specialist for PTC’s PLM technology. He comes from a broadcast journalism background where he developed a love for writing and visual storytelling. He is also passionate about developing creative content and communications, having received a Master’s degree in Marketing. He enjoys the outdoors, the beach, exercising, riding his motorcycle and car restoration.