Migliorare l’interazione Uomo-Macchina (HMI) con lo Spatial Computing e l’AR

Scritto da: Nancy White
  • 7/16/2021
  • Tempo di lettura : 3 min
ptc-reality-lab-spatial-computing-900

Osservate meglio il logo PTC. Vedete una 'P' e una 'D' intrecciate? Non è un caso - la P sta infatti per ‘fisico’ e la D per ‘digitale’ - in PTC, ci occupiamo quindi degli effetti del digitale sul mondo fisico.

Mentre supportiamo le imprese nel loro percorso di trasformazione digitale, partiamo da questo fondamento. Pur essendo PTC un'azienda digitale, le nostre soluzioni software, dal CAD alla realtà aumentata, rimangono legate al mondo fisico.

Il PTC Reality Lab, il nostro gruppo di ricerca sull'innovazione, è attivamente impegnato nello sviluppo delle future iterazioni della convergenza fisico-digitale. La sua più recente acquisizione, Yuanzhi Cao, in qualità di neolaureato alla Purdue University, è fortemente interessato al miglioramento dell'esperienza umana attraverso le tecnologie digitali.

"Gran parte della ricerca che ho svolto per il mio dottorato è in perfetta sinergia con ciò che sta facendo PTC", ha detto Cao. Il suo lavoro accademico ha utilizzato anche lo spatial computing, un nuovo campo molto interessante che combina la realtà aumentata e l'IoT con l'intelligenza artificiale e la tecnologia dei sensori spaziali. "Il Reality Lab sta pensando alle stesse cose - in particolare, a come applicare la realtà aumentata a target fisici".

Rendere accessibile la tecnologia è un principio fondamentale della ricerca di Cao e ciò si manifesta in diversi modi, tra cui l'accessibilità a prescindere dalla specifica abilità o esperienza e l'utilizzo di hardware normalmente disponibili. Attualmente Cao sta sperimentando un'applicazione di tutoraggio e di trasferimento di competenze attraverso l’utilizzo del mobile.

"Tutti hanno uno smartphone e siamo arrivati al punto in cui la loro tecnologia riesce a fare di più con la realtà aumentata", afferma Cao.

Per esempio, uno scanner LiDAR (light detection and ranging), che può determinare la distanza tra il telefono e altri oggetti, è una caratteristica integrata dell'iPhone 12 Pro.

PTC offre attualmente Vuforia Expert Capture, una soluzione che aiuta le aziende a creare potenti istruzioni AR passo dopo passo per i lavoratori in prima linea; il suo nuovo progetto di ricerca sta esplorando una possibile versione di nuova generazione.

L'idea è quella di creare e fornire istruzioni di lavoro esclusivamente tramite uno smartphone utilizzando sia la cattura video 2D sia i dati volumetrici della realtà aumentata 3D. Con il video strettamente integrato, Cao sta sviluppando un modo per separare le azioni umane dal resto dell'ambiente in tempo reale. Tali azioni vengono quindi combinate con altri dati rilevanti attraverso l'analisi spaziale per creare contenuti di formazione 3D. Questo tipo di contenuto AR si avvicina molto di più al metodo di formazione di vecchia data del job shadowing in reparto, considerato il più efficace.

Stante la complessità delle moderne macchine industriali, specialmente nei processi multi-fase o nei compiti che utilizzano più macchine all'interno di un certo spazio, questo tipo di applicazione potrebbe essere molto efficace per la formazione e il trasferimento di competenze. Infatti, renderebbe possibile fare molto di più direttamente sul proprio luogo di lavoro, un’esigenza primaria per i lavoratori in prima linea.

Un altro obiettivo della sua ricerca è quello di semplificare lo sviluppo delle istruzioni di lavoro per democratizzare la responsabilità e accelerare la creazione di librerie di contenuti.

"La realtà aumentata è un'interfaccia utente in grado di colmare il divario tra interfaccia digitale e realtà fisica", riferisce Cao. Con un numero crescente di robot e macchine connessi tramite IoT che lavorano a fianco degli umani - e una forte spinta verso il miglioramento costante - le fabbriche sono un luogo ideale per questo tipo di ricerca e per il futuro del lavoro collaborativo.

Dare vita alle idee

Anche se la sua ricerca più recente ha esplorato il calcolo spaziale, Cao ha un ampio background di CAD e ingegneria. Egli può quindi attingere a queste sue competenze ingegneristiche, insieme alle sue conoscenze artistiche, per dare vita a idee e progetti.

"Il CAD è solo uno strumento software; è difficile creare qualcosa dal nulla - l'idea deve partire dalla propria immaginazione", afferma Cao. Dalla sua immaginazione, egli spesso traccia lo schizzo di un progetto o di un processo per ottenere un punto di partenza. "La cosa più importante di uno schizzo è che rappresenta una registrazione tangibile e visiva di un'idea. Per me, fa parte del processo di ricerca".

Nello sviluppo di interfacce utente - vitali per promuovere l'interazione uomo-macchina (HMI) - un buon design è essenziale. "L'UI deve avere un bell'aspetto, creare un buon feeling ed essere naturale (per l'utente)", conclude.

--

In PTC, siamo attivamente impegnati nella ricerca e nello sviluppo di tecnologie spaziali per una varietà di casi d'uso industriali. Restate in contatto con noi per altre idee e innovazioni provenienti dal PTC Reality Lab.

Vuforia Spatial Toolbox

Esplora il potere dell'IoT, dell'AR e dello spatial computing.

Tags:
  • Augmented Reality
  • Industrial Internet of Things
  • Digital Transformation
  • PTC Reality Lab

Informazioni sull'autore

Nancy White

Nancy White è una content marketing strategist per PTC. Giornalista trasformata in content marketer, ha un background di scrittura diversificato - da aziende Fortune 500 a giornali comunitari - un esperienza di più di un decennio.