Il Metaverso per le aziende industriali

Scritto da: Will Hastings
  • 4/13/2022
  • Tempo di lettura : 3 min
industrial-metaverse-900

Cos'è il Metaverso?

Negli ultimi mesi, la parola "Metaverso" ha fatto la prima pagina dei media, in gran parte a causa della decisione di Facebook di rinominarsi "Meta". Naturalmente, la maggior parte del buzz aveva come obbiettivo il consumatore (in modo astratto), quindi molti dirigenti possono legittimamente chiedersi, "Cos'è il metaverso e cosa significa in termini pratici per il mio business?”

Nella sua forma più semplice, il metaverso è uno spazio virtuale immersivo e interattivo in cui le persone di tutto il mondo, attraverso i loro avatar, interagiscono tra loro e con gli oggetti digitali. Questa esperienza in ambienti digitali, governati da algoritmi piuttosto che dalle leggi del mondo reale, offre la possibilità di essere quasi completamente disconnessi dal mondo fisico.

Fortnite, il videogioco multiplayer, è uno dei primi approcci al metaverso che offre una varietà di attività, interazioni sociali, eventi e persino economie proprie. Grazie alla tecnologia della realtà virtuale, queste esperienze possono diventare ancora più coinvolgenti.

Attualmente, si stanno costruendo metaversi molto più potenti che sfruttano la realtà aumentata (AR) e la tecnologia Internet of Things (IoT). Confonderanno i confini tra il mondo digitale e quello fisico, con oggetti digitali e avatar che invadono il mondo fisico e viceversa.

"Il metaverso fonde il mondo fisico e quello digitale, consentendo alle persone e agli oggetti di collaborare in modo più intuitivo con sistemi complessi faccia a faccia e a distanza", ha dichiarato Marc Bringuier, Market Director per la realtà aumentata di PTC. "Il metaverso, come interfaccia 3D per consultare dati di tipo IoT, renderà indistinguibili il fisico e il digitale. Il che aiuterà gli esseri umani a prendere decisioni più informate, e a farlo più velocemente attraverso la contestualizzazione digitale".

Per le aziende industriali, ci sono approcci relativamente semplici e più complessi per sfruttare il potenziale del metaverso in base alla strategia definita dalla vostra azienda. Ecco come li vede PTC:

Immaginare la collaborazione del futuro

La pandemia ha trasformato il nostro modo di lavorare e ha normalizzato il lavoro ibrido e remoto. Fortunatamente, strumenti come Zoom e Microsoft 365 hanno aiutato molte aziende a mantenere la produttività e l'efficienza dei dipendenti. Ma l'ambizione del metaverso va ben oltre questi obiettivi.

Confrontate, per esempio, il tipo di collaborazione offerto da Zoom e quello di Onshape, il software CAD (computer-aided design) nativo di PTC basato sul cloud. Come piattaforma di comunicazione, Zoom è uno strumento collaborativo. Tuttavia, tutte quelle ore passate in riunioni si traducono sempre in un'effettiva creazione di valore? Per la maggior parte dei partecipanti, questi incontri permettono loro di riflettere o di allinearsi agli obiettivi. Le azioni concrete sono poi eseguite in una fase successiva, spesso da altri dipendenti che lavorano in isolamento sui loro strumenti software.

Al contrario, Onshape permette agli utenti di interagire e modificare lo stesso modello digitale simultaneamente. Condividendo lo stesso ambiente di lavoro, il collaboratore può vedere e reagire alle modifiche proposte dagli altri membri del progetto e all'impatto generato, il tutto nello stesso ambiente digitale che gli fornisce gli strumenti per progettare i prodotti. Questo permette un approccio agile - dove i cambiamenti possono essere fatti in parallelo, rivisti e valutati in tempo reale sostituendo i tradizionali processi sequenziali a 3 fasi (pianificare, eseguire, rivedere) dove ogni fase ha luogo in un ambiente diverso.

Lungi dall'essere un'applicazione nativa del metaverso, la capacità di Onshape di consentire una reale collaborazione oltre la semplice comunicazione è un buon esempio di esperienza digitale condivisa. Arricchendo questa esperienza con rappresentazioni digitali di collaboratori nello stesso ambiente virtuale, il metaverso porta una nuova dimensione a questo approccio alla comunicazione e alla collaborazione digitale.

La promessa del metaverso è di rivoluzionare non solo la collaborazione, ma anche la natura stessa delle interazioni tra persone, luoghi e cose. Applicato correttamente, l'uso del metaverso potrebbe migliorare molti aspetti dei flussi di lavoro ibridi. Per esempio:

  • L'onboarding e la formazione dei dipendenti potrebbero essere fatti a distanza in ambienti virtuali progettati per presentare i compiti di lavoro e favorire l'impegno come potrebbe essere fatto nel mondo reale.
  • I diversi team coinvolti nello sviluppo del prodotto, anche se geograficamente dispersi, potrebbero entrare in una stanza virtuale di progettazione e collaborare sui diversi elementi, per garantire che il prodotto soddisfi tutti i requisiti stabiliti.
  • I team di vendita potrebbero presentare i prodotti attraverso esperienze virtuali condivise e fare a meno di opuscoli e presentazioni PowerPoint.

Queste possibilità sono solo la punta dell'iceberg. Danno un assaggio del potenziale del metaverso per migliorare i processi di lavoro collaborativi quotidiani. Guarda il video per vedere come Onshape lo rende possibile.




Andare oltre con la realtà aumentata e l'IoT

L'esempio di Onshape illustra come il metaverso potrebbe migliorare i processi di lavoro del design - dove la creazione di valore è legata all'idea, piuttosto che a un risultato fisico. Ma che dire dei processi operativi, come la fabbricazione di prodotti o la manutenzione di attrezzature? Anche questi processi hanno altrettanto (se non di più) da guadagnare dai nuovi metodi di comunicazione e collaborazione offerti dalla diffusione del metaverso nel mondo fisico con AR e IoT.

AR e IoT sono tecnologie altamente complementari che possono ottimizzare i flussi di lavoro della produzione e della manutenzione (se non avete ancora esplorato i vantaggi di questa sinergia, leggete questo articolo di BCG).

Come spiega BCG, "i dispositivi IoT catturano i dati dal mondo fisico in modo che possano essere analizzati, mentre i dispositivi AR raccolgono questi dati digitali e li restituiscono al mondo fisico perché le persone li vedano e ci interagiscano".

Il metaverso promette di aggiungere ancora più contesto e interattività a questo approccio. Gli elementi contestuali possono provenire da altri oggetti fisici, persone, processi o luoghi (tramite lo spatial computing). Possono anche provenire da fonti di informazione non fisiche, come i dati commerciali o finanziari. Tutto questo è reso possibile dall'IoT e dall'AR. Tuttavia, nello stesso modo in cui i servizi di streaming hanno stimolato l'esplosione dei contenuti video, l'esistenza di un fiorente metaverso creerà un mercato per le risorse digitali, le API e le app che facilitano l'accesso e la condivisione di contenuti e informazioni.

Inoltre, man mano che più contenuti vengono creati per il metaverso, la quota di mercato dell'AR invaderà il mercato delle interfacce tradizionali per consumare e interagire con le informazioni. Nella visione di Meta, AR e VR sostituiranno completamente le interfacce attuali come gli schermi dei computer, i tablet e gli smartphone. Michael Campbell, EVP e GM del business della realtà aumentata di PTC, sostiene che l'AR sarà la tecnologia metaverso più utilizzata nel prossimo futuro.

“Il metaverso è fantastico, ma tutti noi viviamo, lavoriamo e giochiamo nel mondo reale, e penso che continueremo a farlo ancora per un po'. L'AR permette al contenuto digitale del metaverso di essere contestualizzato nel mondo fisico. Permette l'accesso - ai dati e alle informazioni, alla geometria 2D e 3D - nel contesto, nel momento e nel luogo giusto del nostro ambiente fisico.”

Il video qui sotto illustra come IoT e AR possono combinarsi per creare, osservare e interagire con un universo digitale che arricchisce e impatta il mondo fisico. È un'illustrazione dell'uso dell'informatica spaziale (spatial computing), una tecnologia che sarà necessaria per portare tutti gli elementi di contestualizzazione al metaverso.


Per concludere

Mentre la popolarità del termine metaverso è recente, il desiderio di sfruttare la tecnologia digitale per trasformare il modo in cui lavoriamo e interagiamo con i nostri prodotti, il nostro ambiente e gli altri non lo è. L'obiettivo di un metaverso sarà quello di bilanciare i benefici e le limitazioni di entrambi i mondi, fisico e digitale, per ottimizzare l'unione dei due.

In PTC, questa idea è al centro della nostra visione: la nostra tecnologia e le nostre soluzioni sono progettate per aiutare a chiudere il cerchio fisico-digitale, dando alle aziende industriali le soluzioni necessarie per prosperare.

Esplorate le possibilità dello Spatial Computing

Guarda come questo massiccio cambiamento nel paradigma informatico cambierà il nostro modo di lavorare.

Tags:
  • Realtà aumentata
  • CAD
  • Industrial Internet of Things
  • PTC Reality Lab
  • Trasformazione digitale

Informazioni sull'autore

Will Hastings

Will Hastings is a research analyst manager on PTC’s Corporate Marketing team providing thought leadership on technologies, trends, markets, and other topics. Previously Will was a senior analyst for ARC Advisory Group, where he conducted PLM and additive manufacturing research. Prior to ARC Advisory Group, Will was a lead mechanical design engineer for product development programs at Sensata Technologies.